giovedì 24 gennaio 2008

Dai. Eddai, eddai quando le facciamo ste foto?

Ecco è cominciata così. Una tiritera che andava avanti da... diciamo pure 8 mesi.

Due amici fotografi che vogliono fare una mostra su donne e danza.

O almeno mi ricordo così, ormai è passato troppo tempo...

E comunque abbiamo rimandato per otto mesi questo appuntamento tra note, ombre, movimenti, luci e... flash.

Già. Prima perché mancava a tutti e tre il tempo per andare in un posto affascinante all'aperto che avevano individuato loro... poi perché il tempo era diventato troppo freddo per l'aperto (brrrr) e allora occorreva la location al chiuso e poi c'è pure che nell'ultimo anno sto partendo un paio di giorni a settimana (... ed ho scoperto che è un pò difficile programmare incastrando i miei impegni con quelli degli altri) e poi finalmente ok.
Il posto c'è, un mio ed un loro pomeriggio libero pure e così si va.

Dopo il lavoro scappo a casa, ho 10 minuti prima che mi vengano a prendere. Mi ritrucco che dalle 7 e mezza della mattina sono ormai sfatta... già e cosa mi metto? e cosa porto? ok, afferro e butto in un sacchetto abiti che avevo usato in un paio di spettacoli, le scarpe più belle con il tacco più alto, le calze a rete (ok, tutti stereotipi... ma occorre dare l'idea del Tango, no?) e driiiiiiin cellulare.

"Sono giù, pronta?"

Avrei voluto dire no. Che ancora stavo pensando al lavoro chiuso in ufficio e che insomma a concentrazione ero un pò così, presa pure dalla corsa per prepararmi.. ma se non si fa ora non si fa più e quindi:

"Si, scendo"

Andiamo in un antico palazzo che si affaccia sul mare (Corte Sammuzzo) che già a vederlo da fuori mi sembra denso di storie.
"Fate come se foste a casa vostra".
Così ci accolgono all'ingresso.

Dopo il portone e l'atrio entriamo in uno spazio immenso.

Il posto è incantevole anche se il pavimento un pò accidentato per camminare e fare pivot restando bene in equilibrio.
Il posto è anche enorme ed ovviamente freddo tanto che le prime foto le facciamo col maglione.

E poi metto su un pezzo che mi scalda l'anima e...


Come sempre mi riguardo e quasi non credo che quella sia io.


Queste foto sono di Salvo Valenti.

Che ringrazio.

E' stata una bella esperienza. Eddai eddai, quand'è che la ripetiamo?
^_^

12 commenti:

Viviana ha detto...

Quando mi hai fatto vedere queste foto all'inizio mi chiedevo chi fosse questa donna così meravigliosamente sensuale... poi ho riconosciuto le tue mani e poi finalmente ho visto il tuo volto! tu sei sempre bella... ma quando balli la tua anima vibra... e allora... la tua bellezza si arricchisce di magia!!

elisa ha detto...

ma sei bellissima!!mooooolto sensuale!!!

lulamiao ha detto...

L'hai fatto allora!!! sei fa-vo-lo-sa!!!!!
Che bello! insomma sei nelle foto tanguere di alcuni tra i migliori fotografi della piazza... un abbraccio pupattola

Anonimo ha detto...

Sigghiora mi lasci senza parole........ Sono d'accordo poi con calze a rete e abiti sensuali. Stereotipi? Ma dai! Questo è il tango, almeno per me, non certo pantaloni strappati a vita bassa e perizoma in bella vista di gusto veramente dubbio....
E brava la mia sigghiora, complimentissimi............

Claudia ha detto...

Sei bellissima :*
e anche per questo vedi?
che sei stata nominata per il premio del blog che ti lascia cose meravigliose per continuare la giornata
:*
tanti baci tangappassionati
cla

Mariluna ha detto...

Complimenti sei fantastica, ho da fare uno spettacolo presto anch'io vedro' se pubblicare le foto, ma io pubblico cucina che dico?? Ciao

giulia ha detto...

Ciao!!! Le foto sono veramente belle, tu, l'atmosfera, il tango... veramente splendide :)
giulia

OtroTango ha detto...

Grazie, grazie davvero. Si, le foto sono bellissime, a parte me, come mi posso muovere e quello che posso "esprimere" mentre ballo sono i fotografi che sono stati bravi.
Peccato che non possa farvi vedere anche le altre foto (quelle dell'altro fotografo) perchè probabilmente verranno esposte.
Però le ho viste e sono strepitose, intense... e la cosa mi ha un pò sconvolta.
In senso buono, intendo.
perché rivedermi attraverso i loro occhi, essere interpretata attraverso quello che interpreto io... vedere la forza delle loro immagini è stato emozionante.
^_^ grazieeeee

OtroTango ha detto...

* Vivi: grazie. Mi commuove leggere quello che scrivi. smuack!!!

* Elisa. Moooooolto divertente fare queste foto. Corsa (come al solito) compresa. Peccato che alle 19 (cioè giusto un'ora dopo che avevamo iniziato) la proprietaria del posto è sbucata fuori dicendo: ragazzi, devo andare a fare la spesa... e lì abbiamo dovuto sbaraccare ha ha ha!

*Lulita: si, alla fine le ho fatte. Appena passi ti farò vedere il resto.. a proposito, quando passi??? da palermo, intendo... ;)

* Sigghiora mia, sono d'accordo. Però è anche vero che un buon tango lo "senti" a prescindere da come sei vestita. Solo che chi non balla non lo può sapere...

* Claudia, grazieeeee sei troppo solare!!! certo, devo ancora fare il meme lanciato da cocozza.. ma riuscirò ad avere tempo. :) baci tangappassionati a te!!!

* Mariluna: Bè, e perchè no? dai dai. Così vediamo un pochino anche noi. In bocca al lupo per lo spettacolo!!!

* Giulia: era tutto bello. A ripensarci adesso. Quel pomeriggio sentivo addosso solo lo stressssss E invece... un abbraccio!

niky ha detto...

Io ho ululato alla vista di quelle foto....
Adesso voglio vedere le altre....
quelle senza veli !!! Hihihi :D

niky ha detto...

Ma il tuo fidanzato legge il tuo blog ? In caso affermativo forse è meglio che non me lo presenti quando ci sarà l'occasione o avvertimi prima :))))))))))))))))))))))))))))

OtroTango ha detto...

nikiiiiiiiiiiiiiii :))